La vista offesa

Giovedì, 2 Maggio, 2019 - 11:30

 

La vista offesa 

incontro con Paolo Rognini

2-5-19, ore 11.30, sala napoleonica

Partendo dal presupposto che la città è il campo d'azione per gli operatori visivi, e quindi riveste grande valore formativo la conoscenza dei meccanismi percettivi e delle dinamiche strutturali e sociali in essere, la lezione di Paolo Rognini ha lo scopo di approfondire la relazione interattiva tra due complesse realtà: l’ambiente urbano e, al suo interno, i comportamenti umani così come si manifestano alle alte densità di popolazione.

In particolare, sarà approfondita - anche con una ricognizione nelle strade di Milano - una nuova forma di inquinamento che, pur non essendo costituita da veri e propri agenti chimico-fisici, rappresenta comunque un’alterazione dell’equilibrio ambientale: l’inquinamento visivo, inteso come alterazione di qualsiasi unità spaziale, ad opera di agenti fastidiosi, sgradevoli per la vista e tali da compromettere la qualità della vita.

L’impatto dell’inquinamento visivo sull’uomo è dunque di natura estetica ed è tale da incidere negativamente sulla qualità della vita. Infatti, l’integrazione degli elementi nello spazio in cui si presentano alla vista è un importante parametro per il benessere degli individui: tutti, per ricrearci, cerchiamo luoghi la cui vista dia il senso di armonia, di vivacità o di singolarità; fuggiamo invece i luoghi la cui vista dia il senso di disordine, di piattezza, di prevedibilità. Un paesaggio equilibrato e ordinato, per esempio, produce calma, sicurezza psichica e godimento estetico.

ingresso libero

Paolo Rognini (Livorno, 1967), docente di Psicologia socio-ambientale, già docente di Ecologia Urbana e Sociale presso l'Università di Pisa (Dipartimento di Scienze dellaTerra) ha compiuto ricerche e pubblicato numerosi articoli in diversi campi della Geografia, occupandosi soprattutto dei problemi legati alla qualità della vita nell'ambiente urbano e in particolare di inquinamento atmosferico (1996) e acustico (1997), fino ad approdare a "nuove" forme di inquinamento come quello comportamentale (2001) e quello visivo (2006). Ha pubblicato con Paolo Fuligni Manuale di ecologia urbana e sociale (Franco Angeli, 2005) e La metropoli umana. Economia e politica per la qualità della vita nelle città di oggi (Angeli, 2007). Ha curato La vista offesa. Inquinamento visivo e qualità della vita in Italia. (Franco Angeli, collana Uomo, ambiente, sviluppo, 2008).