Fenomenologia dei media / SENALDI MARCO

Disciplina:

Fenomenologia dei media

AA:

2019

E-mail:

marcosenaldi@ababrera.it

Programma del corso:
Bibliografia:
Caratteristiche del corso:
Obbiettivi dl corso:
Orario e aula:
Precondizioni di accesso:
Tipologia si Esame finale:
Verifiche durante il corso:
Crediti formativi
 
Curriculum professionale:

Marco Senaldi (1960), PhD presso Université Paris 3, filosofo e teorico d’arte contemporanea, dopo aver collaborato con gallerie e spazi alternativi (Care Of; Viafarini, Milano), dagli anni ’90 ha insegnato estetica e arte contemporanea in varie istituzioni accademiche tra cui Accademia di Belle Arti Carrara, Bergamo, IED Milano, Domus Academy Milano, Politecnico di Milano, Università Statale di Milano Bicocca; dal 2011 al 2013 ha insegnato Storia dell’arte contemporanea e media allo IULM di Milano, e attualmente Estetica dei Media all’Accademia di Brera.

Ha curato mostre internazionali fra cui Critical Quest. I giochi di ruolo della critica, Viafarini, Milano – Spiral Art Center, Tokyo, 1993 (con A. Galletta); Cover Theory - L’arte contemporanea come reinterpretazione, Officina della Luce, Piacenza (catalogo Scheiwiller, 2003); Suburbia - Periferie nel territorio nella mente nella comunicazione (con M. Paderni), Musei Civici di Reggio Emilia (2004), catalogo Grafitalia; Interessi Zero (con P.L. Sacco), Galleria Civica di Trento (2005); Il marmo e la Celluloide – Arte contemporanea e visioni cinematografiche, Villa La Versiliana, Pietrasanta (catalogo Silvana Editoriale, 2006); Athos Ongaro, Museo Pecci – Centro Arte Contemporanea, Prato, 2011 (catalogo Allemandi); Fuori Fuoco, (2012) rassegna video, PAV, Berchidda (NU); Chiudo gli occhi, Milano (2020). Ha inoltre organizzato incontri e convegni con filosofi, intellettuali e scienziati, tra cui La generazione delle immagini (1994-1997), Comune di Milano; Autoreverse (2006), GAM, Bologna; Benvenuti nel XXI secolo, (2014) Comune di Mantova.

Ha pubblicato numerosi saggi tra cui Enjoy! Il godimento estetico, Meltemi, 2003 (20062); Van Gogh a Hollywood. La leggenda cinematografica dell’artista, Meltemi, 2004 (20072; nuova ed. 2020), Doppio sguardo. Cinema e arte contemporanea, Bompiani, 2008 (vincitore del Limina Award come miglior saggio di cinema 2008); Arte e Televisione. Da Andy Warhol al Grande Fratello, Postmedia, 2009, Definitively Unfinished. Filosofia dell’arte contemporanea, Guerini, Milano 2012; Rapporto confidenziale. Percorsi tra cinema e arti visive, Mimesis, Milano 2013; Obversione. Media e disidentità, Postmedia, 2014; Duchamp. La scienza dell’arte, Meltemi 2019, oltre alla traduzione e cura di testi di Arthur Danto, Gilles Deleuze, David Joselit, e soprattutto Slavoj Žižek, che ha introdotto per la prima volta nella cultura italiana con l’antologia Il Grande Altro, Feltrinelli, Milano 1999 e di cui ha tradotto numerosi saggi.

Dal 1994 al 2000 ha lavorato come autore televisivo ai programmi culturali di Canale 5 e RAI Tre, realizzando, con un’equipe di autori, alcuni fra i primi programmi televisivi interamente dedicati alla cultura e all’arte contemporanea, come L’Angelo; Le Notti dell’Angelo; Cenerentola, con interviste e interventi di filosofi (Severino, Baudrillard, Vattimo, Cacciari, Žižek e altri) e artisti (Vito Acconci, Marina Abramovic, Jeff Koons e altri). In seguito ha collaborato con i programmi radiofonici RadioTre Suite e Fahreneit (Radio Tre). Nel 2019 come autore ha realizzato la serie tv per RAI Storia Genio & Sregolatezza – La storia d’Italia vista dagli artisti.

Suoi articoli e interventi sono apparsi su il manifesto, Corriere della Sera, D-donna – la Repubblica, Interni; collabora da molti anni con Flash Art e dal 2005 ha tenuto la rubrica hostravistoxte sull’ultima pagina del magazine Exibart Onpaper; dal 2011 ha la rubrica fissa In fondo in fondo su Artribune.

Curriculum
Note Docente
Allegati pubblici