Documentazione fotografica / FREGNI LINDA

Disciplina:

Documentazione fotografica

AA:

2019

E-mail:

lindafregni@ababrera.it

Programma del corso:

Intenzioni e destino delle immagini. La fotografia ha un rapporto ambiguo e complesso col reale e chi la studia necessita di una conoscenza e cautela critica verso l’intero processo di produzione delle immagini. Una fotografia può assumere diversi significati a seconda del contesto nel quale si trova collocata. Durante il corso verrà mostrato agli studenti, attraverso esempi pratici, che è molto difficile rintracciare un terreno neutro in cui una fotografia possa parlare di e per se stessa. Verrà inoltre spiegato come, nel corso della storia dell’arte recente, gli artisti per primi abbiano lavorato specificatamente sul filo di questa ambiguità. A questo proposito, durante le lezioni sarà dedicato ampio spazio alla lettura dell’immagine fotografica, approfondendo anche gli utilizzi sociali della fotografia, per imparare a distinguere quali sono le intenzioni che si celano dietro alla realizzazione di un’immagine. Il corso si concentrerà in particolare su un preciso aspetto della creazione contemporanea: la costituzione di atlanti visuali. Si approfondirà l'idea dell'archivio come "macchina per leggere il mondo" (Didi Huberman). Seguendo la lezione teorica di Aby Warburg e André Malraux di un pensiero visivo (senza parole), di un utilizzo del montaggio fotografico come mappa del pensiero, di un percorso enciclopedico tra storia dell’arte e storia del gusto, il corso tratterà artisti quali Gerhard Richter, Richard Prince, Francis Alÿs, Jochen Lempert, autori di originali e personali 'atlanti visivi'. La parte conclusiva delle lezioni sarà dedicata a esercitazioni nelle quali sarà favorita l’attività di gruppo. Gli studenti inoltre saranno sollecitati realizzare una o più opere, concordando col docente i temi che intenderanno svolgere durante l’anno accademico e che dovranno presentare in aula come verifica finale, insieme ai testi proposti in bibliografia.

Bibliografia:

Testi di riferimento obbligatori

Cristina Baldacci, Archivi impossibili, Johan & Levi, 2016. 

Geoffrey Batchen, Un desiderio ardente. Alle origini della fotografia, Johan & Levi, 2014

Testi inerenti gli autori trattati nel corso

-Gerhard Richter, La pratica quotidiana della pittura, Postmedia Books, 2003
-Geoff Dyer, L’infinito istante, Einaudi 2007
-Ernst H. Gombrich, Aby Warburg. Una biografia Intellettuale, Abscondita, 2014

-Marco Bertozzi (a cura di), Aby Warburg e le metamorfosi degli dèi, Franco Cosimo Panini, 2002
-Jacques Derrida, Mal d'archivio. Un'impressione freudiana, Filema, 1996

-Georges Didi-Huberman, Immagini malgrado tutto, Raffaello Cortina Editore, Milano, 2005

Testi di Antropologia:
-Ando Gilardi, Storia sociale della fotografia, Bruno Mondadori, 2000

-David Freedberg, Il potere delle Immagini, Einaudi Torino, 2009
-Hans Belting, Antropologia delle Immagini, Carocci 2013
-Pierre Bourdieu, La fotografia. Usi e funzioni sociali di un'arte media, Guaraldi 2004
-Jacques Rancière, Il destino delle immagini, Pellegrini 2007
-Graham Clarke, La Fotografia, una storia culturale e visuale, PBE, Torino, 2009

Testi consigliati in lingua inglese:
-Victor Burgin, Thinking Photography, Palgrave Mc Millan 1982
-Richard Prince, Collected Writings, Hatje Canz, 2011
-Rebecca Solnit, River of Shadows, Penguin Books, 2003

-Jacques Derrida, Archive Fever: A Freudian Impression, 1995

(l'edizione italiana risulta esaurita. Questo testo è reperibile integralmente su JStor: https://www.jstor.org/stable/465144?seq=1#page_scan_tab_contents)

-Deep Storage. Collecting, Storing and Archiving in Art, Prestel, Munich-New York, 1998

Caratteristiche del corso:
Obbiettivi dl corso:
Orario e aula:
Precondizioni di accesso:
Tipologia si Esame finale:
Verifiche durante il corso:
Crediti formativi
 
Curriculum professionale:
Note Docente
Allegati pubblici