Tecniche e Tecnologie delle Arti Visive (Propedeutico) / SPAGNULO VALDI

Disciplina:

Tecniche e Tecnologie delle Arti Visive (Propedeutico)

AA:

2019

E-mail:

valdispagnulo@fadbrera.edu.it

Programma del corso:

Materiali, procedimenti, sperimentazioni, artisti nell’arte dalle Avanguardie ai giorni nostri.

      -      Disegno

  • Collage
  • Polimaterici
  • Ready-made
  • Fotografia
  • Nuovi materiali
  • Gesto e materia
  • Ambienti e installazioni
  • Arte cinetica e programmata
  • Happening e performance
  • Materiali poveri e industriali
  • Oltre la materia: Arte concettuale
  • La luce

Questi aspetti verranno affrontati con riflessioni inerenti le varie ricerche degli artisti, con tematiche sul contemporaneo che hanno focalizzato la loro attenzione alle tensioni sociali, ai condizionamenti della realtà, alle relazioni umane uomo-donna, al corpo, alla natura, ecc. Le pratiche espressive allo studio varieranno dalle più tradizionali pittura, scultura, alla loro evoluzione di “mescolanza”, per passare alla fotografia, al cinema, al video, all’installazione spaziale e via discorrendo.

 

Elaborati: Esercitazioni progettuali con disegno, tecniche pittoriche libere e in fase più evoluta con  realizzazione di opere personali.

Dichiarazione poetico-filosofica, con documentazione della ricerca compiuta, al fine del progetto, su supporto cartaceo (book) o digitale da concordare.

Bibliografia:

AA.VV., “Arte contemporanea” – F.Poli – Electa – Milano 2003

AA.VV., “Arte contemporanea e tecniche” – S.Bordini - Carrocci – Roma 2007

M.Corgnati, F.Poli, “Dizionario d’arte contemporanea” – Feltrinelli – Milano 1994

M.Pugliese, “Tecnica mista. Materiali e procedimenti dell’arte del XX secolo” – Mondadori – Milano 2006

E.De Cecco, G.Romano, “Contemporanee.Percorsi e poetiche delle artiste dagli anni Ottanta a oggi” – Postmedia – Milano 2002

C.Cotton, “La fotografia come arte contemporanea” – Einaudi – Torino 2010

K.Honnef, “L’arte contemporanea” – Taschen – Koln 1990

S.O’Relly, “Il corpo nell’arte contemporanea” – Einaudi - Torino 2011

F.Poli, “ Minimalismo, Arte Povera, Arte Concettuale” – Laterza – Bari 1995

G.Celant, “ Arte Povera” – Mondadori Illustrati – Milano 2011

M.Senaldi, “Doppio sguardo” – Bompiani – Milano 2008

R:Pinto, “Nuove geografie artistiche (le mostre al tempo della globalizzazione)” – Postmediabooks – Milano 2012

Caratteristiche del corso:
Obbiettivi dl corso:

Il corso, date le caratteristiche della popolazione scolastica ad esso orientata, è finalizzato all’analisi critica di alcune esperienze dell’arte nazionale ed internazionale che, attraverso la sperimentazione artistica dei linguaggi espressivi e dei media, ha sin dalle Avanguardie ai giorni nostri caratterizzato e modificato il tradizionale modo del “fare arte”. Artisti, movimenti, eventi espositivi e performativi, diverranno oggetto di conoscenza e confronto per un approfondimento che, permetta allo studente di traslare da un piano teorico ad un piano pratico realizzativo. A tal proposito il corso prevede orientativamente il 30% di lezioni teoriche e il 70% di laboratorio, con uso della modella, di gessi e quant’altro utile per il disegno dal vero. Le lezioni teoriche di tipo frontale o interattivo, potranno essere coadiuvate all’occorrenza da interventi di professionisti esterni invitati a parlare del proprio lavoro, della propria esperienza artistica, attraverso l’analisi esplicativa di un progetto. Si ribadisce che, dato il target di riferimento a cui il corso è rivolto, gli aspetti e le tematiche qui programmate, dovranno essere affrontate con particolare fluidità e semplicità, sempre con interazione all’aspetto pratico di elaborati, per poter successivamente nella fase conclusiva, ottenere obiettivi congrui ad una preparazione più completa e profonda dello studente, anche con contatti interdisciplinari ove possibili.

Orario e aula:
Precondizioni di accesso:
Tipologia si Esame finale:
Verifiche durante il corso:
Crediti formativi
 
Curriculum professionale:
Curriculum
Note Docente