Costume per lo spettacolo 2 / GIORGI PAOLA

Disciplina:

Costume per lo spettacolo 2

AA:

2019

E-mail:

paolagiorgi@ababrera.it

Programma del corso:

Possiamo dire che la creatività progettuale è il modo scelto per interrogare un tema, per svolgerlo e attualizzarlo. Ora, poiché il teatro è una creazione collettiva, la libertà creativa di un costumista si esprime nella condivisione del progetto di messa in scena con gli altri autori-interpreti. Mettere in scena vuol dire “mettere in spazio e corpi”, in movimento e in tempo, una rappresentazione.

Il corso si propone di accompagnare ciascun allievo ad un’autonoma  e personale metodologia progettuale, di affinare gli strumenti critici e analitici, le capacità associative e l’intelligenza emotiva. Il laboratorio di elaborazione del costume è il luogo dove coltivare la sensibilità per le materie, il colore e le forme, attraverso un fare alchemico che induce l’immaginazione e la sedimenta. Il disegno del bozzetto e i suoi particolari saranno accompagnati da studi di tavolozze e campioni di tintura, di lavorazioni di trame, di punti di cucitura che innervano, strutturano, ricamano, raccontano.   I diversi generi di spettacolo richiedono competenze specifiche: la danza, in particolar modo, necessita di soluzioni sartoriali che non ostacolino il movimento e una ricerca di tessuti capaci di elasticità e resistenza,  di morbidezza, leggerezza o altrimenti di tessuti tecnici e innovativi.  Anche il “recitar cantando” condiziona l’atteggiamento  posturale e, di conseguenza, il lavoro del costumista. Il tipo di fisicità dei cantanti d’opera e la presenza del coro, con le figurazioni, la musica e i movimenti coreografici, sono tutti fattori di questo genere di spettacolo che ha una convenzione con il pubblico molto sentita, legata alla tradizione.

Bibliografia:

• RENZO GUARENTI, Costumi e corpi nel teatro del Novecento, in Storia del teatro moderno e contemporaneo, vol.III Einaudi
• M.L. ANGIOLILLO, Storia del costume teatrale in Europa, Lucarini

• PETER BROOK, Il teatro e il suo spazio, Feltrinelli
• ELEONORA FIORANI, Abitare il corpo: LA MODA, Lupetti

• GIULIA MAFAI, Storia della moda, Editori Riuniti

• LIA LUZZATTO, I colori del vestire, Hoepli

• MANLIO BRUSATIN, Storia dei colori, Einaudi
• JEAN-JACQUES WUNENBURGER, Filosofi a delle immagini, Einaudi .

Caratteristiche del corso:
Obbiettivi dl corso:
Orario e aula:
Precondizioni di accesso:
Tipologia si Esame finale:
Verifiche durante il corso:
Crediti formativi
 
Curriculum professionale:
Curriculum
Note Docente
Allegati pubblici