Storia dell'arte contemporanea 1 / MARIOTTI ILARIA

Disciplina:

Storia dell'arte contemporanea 1

AA:

2019

E-mail:

ilariamariotti@ababrera.it

Programma del corso:

Nel corso dell’aa 2019 - 2020 terrò due corsi per il triennio: Storia dell’arte contemporanea I e II. Per entrambi la traccia di un percorso monografico è comune ma declinato attraverso esempi che tendono ad approfondire il periodo storico analizzato: con affondi dagli inizi del Novecento e fino alla Seconda guerra mondiale per Storia dell’Arte contemporanea I; dall’Espressionismo Astratto fino ai giorni nostri per Storia dell’arte contemporanea II. 

Per quanto riguarda il corso monografico quest’anno vorrei esplorare la relazione tra occhio mente  e mano nell’arte contemporanea. E intendo partire da un piccolo saggio, Vita delle Forme di Henry Focillon, pubblicato a Parigi nel 1934. Focillon era uno storico dell’arte (esemplari ancora oggi i sui saggi sull’arte medievale e gotica), era un accademico (insegnava alla Sorbona), ma era al tempo stesso incisore così come lo era suo padre. Per lui l’opera d’arte è legata strettamente alla tecnica e la fenomenologia dell’opera inscindibile rispetto alle pratiche artigianali e alle tecniche. 

Vita delle Forme è una delle letture importanti della storia dell’arte del Novecento, un modello di riferimento per l’interpretazione dell’opera d’arte, “che è materia e spirito, è forma e contenuto”, che ci aiuta a riflettere sull’inseparabilità tra la concezione dell’opera e la sua esecuzione, sui materiali e sulle tecniche, dinamiche nella loro relazione con le forme, significanti esse stesse, sul tempo e sullo spazio dell’opera d’arte di cui essa è misura. 

Il corso monografico, è per me un dispositivo per analizzare ambienti, modalità, gesti degli artisti, tecniche e materiali, metodologie di lavoro alternando lezioni più di taglio istituzionale a lezioni tematiche e trasversali, talvolta presentando materiali ordinati secondo cronologia talvolta sollecitando rimandi e sguardi incrociati su opere anche distanti nel tempo. 

Le prime lezioni introduttive vertono, per entrambi i corsi, sul sistema dell’arte in una prospettiva storica: la formazione degli artisti, il rapporto tra artisti e mercanti, gallerie, musei, critici e curatori. 

Nel caso degli studenti che hanno un solo esame di storia dell’arte contemporanea nel proprio piano di studi la scelta se seguire il primo corso o il secondo dipende dalla formazione di base e dagli interessi personali.

L’esame conclusivo verte su una bibliografia di riferimento e sugli argomenti discussi durante le lezioni. 

Bibliografia:

Parte generale:

- Denys Riout, L'arte del ventesimo secolo. Protagonisti, temi, correnti, Torino, Einaudi, 2002 nelle parti che varranno indicate nel corso delle lezioni 

Parte monografica:

- Henry Focillon, Vita delle forme, seguito da Elogio della mano, Einaudi, Torino, 2002

 

Altri due testi a scelta tra quelli che verranno indicati nel corso delle lezioni

Caratteristiche del corso:
Obbiettivi dl corso:
Orario e aula:
Precondizioni di accesso:
Tipologia si Esame finale:
Verifiche durante il corso:
Crediti formativi
 
Curriculum professionale:
Curriculum
Note Docente

 

ORARI

Storia dell’arte contemporanea I

2osemestre

lunedì 16-18; e mercoledì 14-16

 

approfondimenti e discussioni individuali o concordate (in biblioteca): 

lunedì 12-14; martedì 10-12; mercoledì 9-13

 

Esame: colloquio sugli argomenti trattati durante il corso 

Modalità di lezione: lezioni frontali. Visite a mostre. Incontri con artisti. Le visite agli studi di artisti e mostre, gli incontri che verranno organizzati in Accademia sono da considerarsi parte integrante del corso

Allegati pubblici