Storia del cinema e del video / BERLANDA ORIETTA

Disciplina:

Storia del cinema e del video

AA:

2019

E-mail:

oriettaberlanda@ababrera.it

Programma del corso:

 

Storia del cinema e del video, Triennio

A.A. 2019-20

 

LO STILE NARRATIVO IERI E OGGI

Orietta Berlanda

 

Parte teorica generale

 

Il corso affronta il linguaggio per immagini, soffermandosi sulle modalità narrative/antinarrative che fanno dell’audiovisivo un’arte poetica. Nel considerare come il cinema giunga a farsi strumento di trasmissione idee ed emozioni, a partire dai primi esperimenti sulle sue possibilità espressive. Una fase centrale sarà il processo di formalizzazione nel cinema sonoro dell’epoca classica, con cenni su Mamoulian, Ford, Hawks, Welles e Hitchcock. Tali esperienze faranno da riferimento per approfondire il loro destrutturarsi l’ampio fenomeno della Nouvelle Vague negli anni Sessanta, considerato nel suo delinearsi quale tappa fondamentale della modernità cinematografica per le svolte stilistiche che giungono al presente (Lars von Trier, Won Kar Wai, Xavier Dolan). Si rifletterà sul processo di rinnovamento linguistico del linguaggio cinematografico moderno e contemporaneo con riferimento al rapporto tra immagine e suono.

Sulle orme del critico cinematografico André Bazin e di vari teorici cinematografici, procederemo per punti ed esempi di sequenze filmiche  per disvelare lo specifico cinematografico e i concetti chiave quali sospensione dell’incredulità, spazio filmico, messa in scena, montaggio, découpage, colonna sonora. Particolare attenzione verrà data alle possibilità espressive della colonna sonora quale strumento di coinvolgimento nella diegesi o presa di distanza da essa a partire dall’avvento del sonoro.

Dal linguaggio codificato del cinema passeremo entro un sistema artistico di natura diversa, quello della videoarte. Prenderemo in considerazione le reciproche contaminazioni, citazioni e mixaggi (per quanto riguarda gli aspetti tecnici e di contenuto) seguendo percorsi alternativi della narrazione d’avanguardia entro il cinema d’essai e nei videoartisti storici e contemporanei (Chris Marker, Warhol, Burden, Serra, Viola, Janckovsky, Marclay, Alys, Pfeiffer) e nel video musicale (Gondry, Cunningham, Jonze).

Nel corso verranno analizzate sequenze di film d’autore, una proposta variegata di esempi che rappresentano esempi di confronto/scontro con l’approccio narrativo e visivo “tradizionale” della cultura cinematografica dominante.

 

 

Lista dei film analizzati

 

Alfred Hitchkock, One More Mile to go, 1957 ) https://ok.ru/video/39867189769 (28’’)

Jean-Luc Godard, Fino all’ultimo respiro, 1960

Michelangelo Antonioni, Blow Up, 1966

Wong Kar-Wai, Hong Kong Express, 1994

David Lynch, Mulholland Drive, 2001

Alina Marazzi, Un’ora sola ti vorrei, 2002

Gus Van Sant, Elephant, 2003

Michael Gondry, Eternal Sunshine, 2004

(Lars von Trier, Il regno, 2007 (serie televisiva)

Xavier Dolan, Mommy, 2014

 

 

ESAME

Dovranno inoltre conoscere criticamente i testi di

Veronica Pravadelli, Dal Classico al postmoderno al global. Teoria e analisi delle forme filmiche, Marsilio, Venezia 2019.

Marco Senaldi, Arte e TV, Postmediabook, Milano 2010.

 

Orario : Mercoledì  ore 14-17 ogni 15 giorni I e II semestre

 

Ricerca: gli studenti dovranno svolgere l’approfondimento scritto di un regista o videoartista.

 

 

RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI

Roland Barthes, Sul cinema, Il melangolo, Genova, 1989

Raymond Bellour, Fra le immagini. Fotografia, cinema, video, Bruno Mondadori, Torino 2007.

Francesco Casetti, L'occhio del Novecento. Cinema, Esperienza, modernità, Bompiani 2005.

Francesco Casetti, La Galassia Lumière. Sette parole chiave per il cinema che viene, Milano, Bompiani, 2015

Grignaffini Giovanna, La scena madre, Bononia Editore, Bologna 2002.

David Parkinson, History of Film, Thames & Hudson,  London 2012.

Edward A Shanken, Art and Elecronic Media, Phaidon, London 2009.

Michael Rush, Video art, Thames & Hudson, London 2003.

L. Rees, A History of Experimental Film and Video, Pfi Publishing, London 1999.

Marco Senaldi, Doppio sguardo, Bompiani, Milano 2008.

Bernardo Valli, Comunicazione e media, Carocci, Roma 1999.

Sandra Lischi, Il linguaggio del video, Carocci, Roma 2005.

Rudolf Anrheim: Film come arte, AEstetica, Milano 201

 

 

Bibliografia:
Caratteristiche del corso:
Obbiettivi dl corso:
Orario e aula:
Precondizioni di accesso:
Tipologia si Esame finale:
Verifiche durante il corso:
Crediti formativi
 
Curriculum professionale:
Curriculum
Note Docente
Allegati pubblici

Storia del cinema e del video / BERLANDA ORIETTA

Disciplina:

Storia del cinema e del video

AA:

2019

E-mail:

oriettaberlanda@ababrera.it

Programma del corso:

 

Storia del cinema e del video, Triennio

A.A. 2019-20

 

LO STILE NARRATIVO IERI E OGGI

Orietta Berlanda

 

Parte teorica generale

 

Il corso affronta il linguaggio per immagini, soffermandosi sulle modalità narrative/antinarrative che fanno dell’audiovisivo un’arte poetica. Nel considerare come il cinema giunga a farsi strumento di trasmissione idee ed emozioni, a partire dai primi esperimenti sulle sue possibilità espressive. Una fase centrale sarà il processo di formalizzazione nel cinema sonoro dell’epoca classica, con cenni su Mamoulian, Ford, Hawks, Welles e Hitchcock. Tali esperienze faranno da riferimento per approfondire il loro destrutturarsi l’ampio fenomeno della Nouvelle Vague negli anni Sessanta, considerato nel suo delinearsi quale tappa fondamentale della modernità cinematografica per le svolte stilistiche che giungono al presente (Lars von Trier, Won Kar Wai, Xavier Dolan). Si rifletterà sul processo di rinnovamento linguistico del linguaggio cinematografico moderno e contemporaneo con riferimento al rapporto tra immagine e suono.

Sulle orme del critico cinematografico André Bazin e di vari teorici cinematografici, procederemo per punti ed esempi di sequenze filmiche  per disvelare lo specifico cinematografico e i concetti chiave quali sospensione dell’incredulità, spazio filmico, messa in scena, montaggio, découpage, colonna sonora. Particolare attenzione verrà data alle possibilità espressive della colonna sonora quale strumento di coinvolgimento nella diegesi o presa di distanza da essa a partire dall’avvento del sonoro.

Dal linguaggio codificato del cinema passeremo entro un sistema artistico di natura diversa, quello della videoarte. Prenderemo in considerazione le reciproche contaminazioni, citazioni e mixaggi (per quanto riguarda gli aspetti tecnici e di contenuto) seguendo percorsi alternativi della narrazione d’avanguardia entro il cinema d’essai e nei videoartisti storici e contemporanei (Chris Marker, Warhol, Burden, Serra, Viola, Janckovsky, Marclay, Alys, Pfeiffer) e nel video musicale (Gondry, Cunningham, Jonze).

Nel corso verranno analizzate sequenze di film d’autore, una proposta variegata di esempi che rappresentano esempi di confronto/scontro con l’approccio narrativo e visivo “tradizionale” della cultura cinematografica dominante.

 

 

Lista dei film analizzati

 

Alfred Hitchkock, One More Mile to go, 1957 ) https://ok.ru/video/39867189769 (28’’)

Jean-Luc Godard, Fino all’ultimo respiro, 1960

Michelangelo Antonioni, Blow Up, 1966

Wong Kar-Wai, Hong Kong Express, 1994

David Lynch, Mulholland Drive, 2001

Alina Marazzi, Un’ora sola ti vorrei, 2002

Gus Van Sant, Elephant, 2003

Michael Gondry, Eternal Sunshine, 2004

(Lars von Trier, Il regno, 2007 (serie televisiva)

Xavier Dolan, Mommy, 2014

 

 

ESAME

Dovranno inoltre conoscere criticamente i testi di

Veronica Pravadelli, Dal Classico al postmoderno al global. Teoria e analisi delle forme filmiche, Marsilio, Venezia 2019.

Marco Senaldi, Arte e TV, Postmediabook, Milano 2010.

 

Orario : Mercoledì  ore 14-17 ogni 15 giorni I e II semestre

 

Ricerca: gli studenti dovranno svolgere l’approfondimento scritto di un regista o videoartista.

 

 

RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI

Roland Barthes, Sul cinema, Il melangolo, Genova, 1989

Raymond Bellour, Fra le immagini. Fotografia, cinema, video, Bruno Mondadori, Torino 2007.

Francesco Casetti, L'occhio del Novecento. Cinema, Esperienza, modernità, Bompiani 2005.

Francesco Casetti, La Galassia Lumière. Sette parole chiave per il cinema che viene, Milano, Bompiani, 2015

Grignaffini Giovanna, La scena madre, Bononia Editore, Bologna 2002.

David Parkinson, History of Film, Thames & Hudson,  London 2012.

Edward A Shanken, Art and Elecronic Media, Phaidon, London 2009.

Michael Rush, Video art, Thames & Hudson, London 2003.

L. Rees, A History of Experimental Film and Video, Pfi Publishing, London 1999.

Marco Senaldi, Doppio sguardo, Bompiani, Milano 2008.

Bernardo Valli, Comunicazione e media, Carocci, Roma 1999.

Sandra Lischi, Il linguaggio del video, Carocci, Roma 2005.

Rudolf Anrheim: Film come arte, AEstetica, Milano 201

 

 

Bibliografia:
Caratteristiche del corso:
Obbiettivi dl corso:
Orario e aula:
Precondizioni di accesso:
Tipologia si Esame finale:
Verifiche durante il corso:
Crediti formativi
 
Curriculum professionale:
Curriculum
Note Docente
Allegati pubblici