Teoria della percezione e psicologia della forma / GALEOTTI ROBERTO

Disciplina:

Teoria della percezione e psicologia della forma

AA:

2019

E-mail:

robertogaleotti@ababrera.it

Programma del corso:

Il corso affronta le principali teorie della percezione e le diverse problematiche teoriche, storiche ed empiriche che ad esse si collegano. Particolare attenzione è dedicata a quegli argomenti comuni alla ricerca psicologica e a quella artistica: partecipazione, evento, interattività, spontaneità solo per citarne alcuni. L’approfondimento del programma è dedicato alla percezione dell’oggetto “iperambiguo”. Iperambigui sono quegli oggetti la cui interpretazione non è del tutto codificata e che per questo dimorano in uno spazio della coscienza – individuale e collettiva – labile e fluttuante, soggetto a continui cambiamenti. Saranno presentate e discusse le componenti attive in questa percezione, da quelle culturali a quelle storiche e psicologiche con particolare riguardo all’estetica eventuale dell’oggetto iperambiguo.

 

Bibliografia:

Paola FERRARIS, Psicologia e arte dell’evento, Gangemi, Roma, 2004.

James J. GIBSON, L’approccio ecologico alla percezione visiva. Mimesis, Milano, 2014.

Sergio LOMBARDO, L’avanguardia difficile, Lithos, Roma, 2004.

Ulric NEISSER, Conoscenza e realtà, Il Mulino, Bologna, 1993.

Vezio RUGGIERI, L’esperienza estetica, Armando, Roma, 1997.

 

Caratteristiche del corso:
Obbiettivi dl corso:
Orario e aula:
Precondizioni di accesso:
Tipologia si Esame finale:
Verifiche durante il corso:
Crediti formativi
 
Curriculum professionale:
Curriculum
Note Docente
Allegati pubblici