Sociologia dei processi culturali / PARMESANI LOREDANA

Disciplina:

Sociologia dei processi culturali

AA:

2019

E-mail:

loredanaparmesani@ababrera.it

Programma del corso:

Premessa

L’interesse delle lezioni  è rivolto soprattutto all’analisi di quei periodi moderni e postmoderni (contemporanei) in cui l’aura tipica dell’opera d’arte tradizionale  viene persa nella sua riproduzione tecnologica (Benjamin).

Due esempi: i baffi alla Gioconda posti da Duchamp ieri, il rapporto sempre più stretto fra arte e reali oggi.

E’ qui, infatti, che l’arte, da spazio sacro e incontaminato dal sociale (autonomia dell’arte), viene a desacralizzarsi nella mondanità.

Parlare della tecnologia e dei rapporti che essa intrattiene con l’Umanesimo può aiutare senz’altro una visione disincantata delle immagini che nell’attualità vengono gestite come pubblicità, informazione, cultura, divertimento…

Il problema è leggere i vari movimenti in modo relativo agli interessi del corso, confrontare ad esempio l’opera artistica con i prodotti industriali e i media avvalendosi di trattazioni particolari relative all’argomento e di una esauriente documentazione di immagini.

 

Dalla Società dello Spettacolo alla Società Reality

 

“Sia quello che sia, ci renda felici o infelici, è qualcosa che resiste e che insiste, ora e sempre, come un fatto che non sopporta di essere ridotto a interpretazione, come un reale che non ha voglia di svaporare in reality”.

 

L’approfondimento ha come finalità l’analisi degli ultimi dieci anni della ricerca estetica in generale e artistica in particolare, alla luce delle nuove innovazioni tecnologiche e dei new media.

La dimensione iperestetica che caratterizza la contemporaneità, insieme alla sempre più diffusa massificazione della comunicazione del progetto estetico, inducono ad una riflessione sulle modalità e sui luoghi dove tale progetto si colloca.

La gestione spettacolare del sistema dell’arte, così come del sistema del design e della moda, rappresentano un elemento di particolare interesse per la nascita dell’opera e il suo sviluppo.

A ciò corrisponde un totale mutamento della figura dell’artista e del progettista, dei suoi linguaggi e degli strumenti utilizzati, delle modalità di presentazione e dei luoghi di esposizione.

Linguaggio estetico e mondo reale sempre più lavorano perseguendo la medesima finalità: la comunicazione spettacolare.

 

 

Bibliografia:

Durante il corso verranno indicati riferimenti bibliografici più ampi.

 

Loredana Parmesani, L’arte del secolo e oltre, Skira Editore

Guy Debord, La società dello spettacolo, Massari Editore

Maurizio Ferraris, Manifesto del realismo, Laterza Editore

 

Caratteristiche del corso:
Obbiettivi dl corso:
Orario e aula:
Precondizioni di accesso:
Tipologia si Esame finale:
Verifiche durante il corso:
Crediti formativi
 
Curriculum professionale:
Curriculum
Note Docente
Allegati pubblici