Antropologia culturale / CARDI MARIA VIRGINIA

Disciplina:

Antropologia culturale

AA:

2019

E-mail:

mariavirginiacardi@ababrera.it

Programma del corso:

Percorsi e metodi di una disciplina trasversale

 

La ricerca antropologica é il prodotto di un'acquisizione lentissima, che solo nella seconda metà dell'Ottocento assume uno statuto scientifico. L'Antropologia, come scienza, (e non come filosofia) nasce in Europa: da qui i suoi limiti, nella pretesa di offrire prospettive conoscitive di tipo assolutistico; mentre nell’acquisizione di una consapevolezza critica, nella tensione conoscitiva  costruisce la sua ricchezza,  ricercando in un moderno umanesimo la sua vocazione.

Dal mondo antico alla contemporaneità verranno tracciati il pensiero, gli orientamenti e le direttive di questa ricerca sull’uomo, che ha nel susseguirsi delle epoche varianti sostanziali. Il passato oggi appare un libro necessario, in cui sia possibile rileggere modelli esemplari, e nefasti errori da evitare. L’uomo non è un territorio sovrano; in questo senso l’antropologia diviene   prospettiva di comprensione di una congenita varietà del mondo, per aiutarci a vivere nel mondo.

Quest’anno all’interno del percorso di base svilupperemo la storia delle culture Europee.

Il corso propone inoltre un indice di argomenti per esplorare eventi,  problematiche, metodi, modelli teorici. I temi e le riflessioni in discussione saranno accompagnati durante le lezioni da bibliografie specialistiche, letture e materiali visivi.

 

 Sulla necessità della laicità  /   Le macrostrutture culturali che definiscono l’idea di Europa / Padri e figli: per un’antropologia  della famiglia in occidentale / I giovani nel secolo breve ( il Novecento): culture giovanili a confronto / Sulla tecnica /  Sulla necessità del senso del limite / Il rapporto uomo-donna come radice di ogni cultura nell’’esplorazione di alcune società umane,  tra antico e presente,  tra occidente e oriente: alcuni esempi.

 

 

Bibliografia:

Parte generale

 

* C. Tullio-Altan, Manuale di Antropologia culturale, Milano, Bompiani (ed. orig.1971)

*U. Fabietti, Antropologia culturale, Roma-Bari, Laterza, 2001.

*F. Braudel, Il mondo attuale, Torino, Einaudi, ( ed.orig. 1963), voll.2 (I vol. Civiltà extraeuropee, II vol. (Civiltà europee).

*L. Febvre, La terra e l'evoluzione umana, Torino, Elnaudi, 1980.

*M.V. Cardi ( a cura di), Il rituale del serpente, Ravenna, Longo, 1997.

*V. Lanternari, Ecoantropologia, Bari, Dedalo, 2003.

V.Lanternari, La grande festa, Bari, Laterza, ed. orig 1959.

* C. Lévi-Strauss, Razza e Storia e altri studi di Antropologia, Torino, Einaudi, 1974.

 

 

Parte specialistica

 

*Vigna e Zamagni, Multiculturalismo e identità, Milano, Vita e pensiero, 2003

*AA.VV. Sulla responsabilità individuale (a cura di M. Cacciari), Bergamo, Servitium Editrice, 2002.

* AA.VV. Laicità, una sfida per il terzo millennio, Lecce, Argo, 1995.

*Z. Bauman, Società, etica, politica, Milano, Raffaello Cortina Editori, 2002.

*S. Zamagni, V. Zamagni, La cooperazione, Tra mercato e democrazia economica, Bologna, Il Mulino, 2008..

Elias Canetti, Massa e potere.

Aldo Cazzullo, Metti via quel cellulare, Milano, Mondadori, 2017.

Alberto Contri, Mc. Luhan non abita più qui? Torino, Bollati Boringhieri, 2016.

Il secolo dei Giovani. Le nuove generazioni e la storia del Novecento (a cura di Paolo Sorcinelli e Angelo Varni), Roma, Donzelli, 2004.

*Serge Latouche, Limite, Torino, Einaudi, 2012.

*Roberto Esposito, Le persone e le cose, Torino, Einaudi, 2014

M. Bettini, Elogio del politeismo, Bologna, Il Mulino, 2014.

Giovanni De Luna, La Repubblica inquieta. L’Italia della Costituzione 1946-1948. Mulano, feltrinelli,  2017,

Massimo Recalcati, Il complesso di Telemaco, Milano, Feltrinelli, 2013.

Eva Canterella, Uccidere il padre: genitori e figli da Roma a oggi,  Milano, Feltrinelli, 2017.

Federico Chabod, Storia dell’idea di Europa, Bari, Laterza, 1995.

Mollat du Jourdan, L’Europa e il mare dall’antichità a oggi, Bari, Laterza, 1996.

Lucine Febbre, L’Europa. Soria di una civiltà. Roma, Donzelli, 1999.

Lucian Febbre, Il Reno, Roma, Donzelli, Roma, Donzelli, 1998.------------------------------------------------------------------------

 

Caratteristiche del corso:
Obbiettivi dl corso:
Orario e aula:
Precondizioni di accesso:

** Gli studenti dovranno leggere due libri,  scelti uno nella parte generale, l’altro nella sezione specialistica. tassativamente da concordare con la docente. E’ d’obbligo seguire i due terzi delle lezioni e dimostrare di avere acquisito i fondamentali  temi svolti nel corso delle lezioni.

***Gli studenti di lingua orientale dovranno sostenere un colloquio per dimostrare di conoscere la base della lingua italiana nella comunicazione orale per poter essere ammessi agli esami.

 

Tipologia si Esame finale:
Verifiche durante il corso:
Crediti formativi
 
Curriculum professionale:
Curriculum
Note Docente
Allegati pubblici