Letteratura e filosofia del teatro / MENNA ROSSELLA

Disciplina:

Letteratura e filosofia del teatro

AA:

2019

E-mail:

rossellamenna@ababrera.it

Programma del corso:

Il corso intende offrire una ricognizione dei principali modelli di composizione drammatica con particolare riferimento alla scena europea novecentesca e dei primi anni duemila. Dopo una panoramica su alcuni dei protagonisti della letteratura teatrale del XX° secolo, l’attenzione sarà rivolta al mutamento di paradigma prodotto dal superamento del modello rappresentativo, ovvero alle strategie drammaturgiche messe in campo laddove, con l’affermarsi di una scrittura che nasce direttamente sulla scena, viene meno la dipendenza della scena stessa dal testo letterario. Il cambiamento di caratteri, funzioni e istanze del testo drammatico verrà dunque indagato in relazione al mutato rapporto gerarchico con gli altri elementi della scena, dallo spazio alla recitazione. Le questioni poste dalla scrittura per il teatro saranno inoltre intese in relazione a quelle poste dalla scrittura romanzesca, con l’obiettivo di mettere a fuoco origini e implicazioni filosofiche comuni del raccontare, del produrre o eludere storie nel mondo contemporaneo. La seconda parte del corso si concentrerà in particolare su alcune prove recenti di drammaturgia dell’io, in cui autori e attori teatrali tentano di tornare a raccontare storie, in particolar modo la propria storia personale, attuando tuttavia un rilancio del sé, utilizzando cioè la scena come opportunità per rifare la propria biografia. Le lezioni avranno principalmente carattere seminariale, con la lettura analitica dei testi drammatici oggetto d’esame e la visione di spettacoli in video.

Bibliografia:

prima parte

- Peter Szondi, Teoria del dramma moderno (1880-1950), Einaudi 2000

- dispense e materiali forniti dalla docente

letture:

- Anton Checov, Il giardino dei ciliegi, Einaudi

- Henrik Ibsen, Casa di bambola, Einaudi

- August Strindberg, Il sogno, Adelphi

- Bertolt Brecht, Vita di galileo, Einaudi

- Samuel Beckett, Aspettando Godot, Einaudi 2007

- Marco Martinelli, Pantani, Luca Sossella Editore 2017

seconda parte

- Sergio Blanco, Autofinzione. L’ingegneria dell’io, Cue Press 2019

- Milo Rau, Realismo globale, Cue Press 2019

- dispense e materiali forniti dalla docente

letture:

- Sergio Blanco, Teatro, Cue Press 2019

- Lucia Calamaro, La vita ferma / L’origine del mondo, Einaudi 2018
- Daria Deflorian, Antonio Tagliarini, Quasi niente, Luca Sossella Editore 2019

Caratteristiche del corso:
Obbiettivi dl corso:
Orario e aula:
Precondizioni di accesso:
Tipologia si Esame finale:
Verifiche durante il corso:
Crediti formativi
 
Curriculum professionale:

Rossella Menna è studiosa di teatro e Dramaturg. Laureata all’Università di Bologna con una tesi magistrale sul Teatro della Realtà, sta attualmente svolgendo un dottorato di ricerca in studi letterari, linguistici e comparati all’Università di Napoli L’Orientale. Come ricercatrice si occupa specialmente di drammaturgia e recitazione contemporanea. Insegna letteratura e filosofia del teatro all’Accademia di Brera, e discipline teatrali all’Università Primo Levi di Bologna. Collabora come critico teatrale con Doppiozero. La sua ultima pubblicazione è Un’idea più grande di me, un libro di conversazioni con Armando Punzo (Luca Sossella Editore 2019). Fa parte dei referendari e del comitato di gestione dei Premi Ubu ed è nella giuria del Premio Riccione per l’innovazione drammaturgica e del Premio Rete Critica.

Curriculum
Note Docente
Allegati pubblici