Storia delle tecniche artistiche / RUSCIO ROSANNA

Disciplina:

Storia delle tecniche artistiche

AA:

2019

E-mail:

rosanna.ruscio@tin.it

Programma del corso:

 

.PROGRAMMA DIDATTICO: Durante il corso saranno presi in esame le principali  tecniche  artistiche che hanno caratterizzato la storia dell’arte dal Medioevo al Novecento.  Attraverso l’indagine dei materiali, dei vari procedimenti   ed una lettura storico-critica di alcune opere rappresentative, si approfondiranno le scelte operative e concettuali che hanno portato al cambiamento dei  procedimenti pittorici, tra tradizione, innovazione e riscoperte.  Usando come osservatorio le opere conservate nella Pinacoteca di Brera, si analizzeranno le seguenti tecniche tradizionali: la scultura in legno, la cera, l'affresco, la tempera, la pittura a olio, la pittura murale. Mentre con uno sguardo approfondito all’arte moderna e contemporanea, saranno prese in considerazione le sperimentazioni dei materiali della prima metà del novecento.

 

SETTORE DISCIPLINARE: TUTTI

 

CREDITI FORMATIVI: 6

 

ARGOMENTO DEL CORSO ANNUALE: Un discorso intorno alle tecniche artistiche, tra tradizione e innovazione.

 

Bibliografia:

BIBLIOGRAFIA:  

-Appunti dalle lezioni che costituiranno materiale di lavoro e studio.

- C.Maltese ( a cura di ) Le tecniche artistiche,  Mursia, Milano 1990; cap. 1. Scultura pp.11-62; cap.9 Disegno: pp.237-255; cap.11.Pittura: pp. 309-357; Appendici, pp-456-510..

-Giulio Carlo Argan, Esempi di critica sulle tecniche artistiche, 1966-1967 (disponibile nella biblioteca dell’Accademia).

 P.Martore ( a cura di ) Tra memoria e oblio. Percorsi nella conservazione dell’arte contemporanea, Castelvecchi, Roma 2014 ( pp. 6-39; pp.83-97; pp. 197-228.

R.Krauss, Reinventare il medium, Mondadori, Milano 2004, pp.1-69.

- Raccolta di scritti e saggi che verranno fornite in fotocopia rispettando le leggi vigenti in materia di diritto d’autore presso la biblioteca dell’Accademia di Brera.

 

 

 

 

- A scelta tra i due testi:

- S.Bordini, Arte contemporanea e tecniche, Carocci, 2007, pp.11-206;

- M. Pugliese, Tecnica mista. Materiali e procedimenti nell’arte del XX secolo,    Mondadori 2007.

 

 

Per gli studenti di restauro:

 -P.Ball, Colore. Una biografia, Bur  Milano 2001.

 e un  testo a scelta tra :

- O.Chiantore, A.Rava, Conservare l'arte contemporanea, Electa 2006.

 

- M.C. Mundici, A. Rava, Cosa cambia. Teorie e pratiche del restauro nell'arte contemporanea, Skira 2013.

Relazione scritta di una tecnica di esecuzione a scelta attingendo dalle informazioni on-line della sezione:  Esploring the Paintings del sito della National Gallery di Londra, a cui si accede da www.nationalgallery.org.uk/paintings/; il sito www.haltadefinizione.com

 

Caratteristiche del corso:

teorico

Obbiettivi dl corso:

Il fine del corso è guidare alla comprensione e al  riconoscimento dei  diversi materiali e procedimenti esecutivi. Contestualmente sviluppare nello studente la capacità di interpretare lo stretto rapporto che intercorre tra le tecniche, i materiali e l’espressione  di ogni manifestazione artistica, di singoli autori o movimenti. 

Orario e aula:
Precondizioni di accesso:

Una conoscenza manualistica dell’arte dal medioevo fino alle avanguardie e  una seria volontà ad  osservare dal vero le opere d’arte.

Tipologia si Esame finale:

Per l’esame, oltre ai testi sopra indicati, gli studenti dovranno stilare un piano di lavoro tecnico-teorico prendendo come riferimento almeno tre opere d’arte viste dal vero (da concordare prima dell’esame con il docente)   

Verifiche durante il corso:

Sono previste visite nei musei, gallerie pubbliche e palazzi della città di Milano. Inoltre, durante le lezioni verranno svolte esercitazioni di    lettura   dell’opera d’arte. 

Crediti formativi
 
Curriculum professionale:

Rosanna Ruscio è nata a Roma dove vive e lavora, dividendosi con Milano. Storica e critica d'arte è titolare della cattedra di Storia dell'arte contemporanea presso l'Accademia di Belle Arti di Brera. Specializzata in arte del Novecento ha curato per diversi anni gli archivi del gallerista  Plinio de Martiis  (Roma), dell’artista Renato Marino Mazzacurati (Reggio Emilia) e dello storico dell’arte Wart Arslan (Milano).  E' stata autrice e consulente    per il Dizionario Biografico Treccani e  gli editori De Agostini ed Electa e, ha scritto testi per  libri e cataloghi di mostre. Collabora con musei, fondazioni, gallerie private e varie riviste specializzate.  Attualmente   si occupa delle problematiche inerenti al rapporto arte e natura. Tra le varie pubblicazioni si ricordano:  Achille Funi: itinerario di un affrescatore (1930-1943), Roma 1988;  Arturo Martini: l'attività grafica dal 1910 al 1930 (1991); Il Museo Marino Mazzacurati (1995);  Lettere a Wart. Il fondo Arslan: studi e percorsi di uno storico dell'arte  (2006);  La forza del mito: il mito nella cultura romantica ( 2006); L’opera di Fabrizio Clerici tra architettura, arredamento, arti applicate (2013);  Il paesaggio prestato ( con Ada Ghinato, 2014). Tra gli incarichi:  Supervisory of Board of Nacca (New Approaches in the Conservation of Contemporary Arts), come docente dell'Accademia di Belle Arti di Brera.

Note Docente

PROPEDEUTICITÀ E PRECONDIZIONI DI ACCESSO:   Una conoscenza manualistica dell’arte dal medioevo fino alle avanguardie e  una seria volontà ad  osservare dal vero le opere d’arte.

 

MODALITÀ DI VERIFICHE DURANTE IL CORSO:

 

Durante le lezioni verranno svolte esercitazioni di    lettura   dell’opera d’arte.

 

TIPOLOGIA DI ESAME DI FINE CORSO: Per l’esame, oltre ai testi sopra indicati, gli studenti dovranno stilare un piano di lavoro tecnico-teorico prendendo come riferimento almeno un'opera d’arte conservata nella Pinacoteca di Brera (da concordare prima dell’esame con il docente) e metterla in relazione con altre opere contemporanee presenti nei musei milanesi per affinità di tecnica e materiali.

 

 

* La frequenza è obbligatoria

Allegati pubblici