Storia del disegno e della grafica d'arte / MARIANI ANNA

Disciplina:

Storia del disegno e della grafica d'arte

AA:

2019

E-mail:

annamariani@ababrera.it

Programma del corso:

 

Argomento del corso 2018-2019

  1. Aspetti generali della storia della grafica: definizioni, tecniche e linguaggi
  2. Grande formato e installazione nella grafica contemporanea: opere monumentali, in particolare xilografie, di artisti fra cui Anselm Kiefer, Franz Gertsch e Christiane Baumgartner, suggeriscono riflessioni sulla ripresa della più antica tecnica riproduttiva in relazione all’espressività contemporanea.

 

 

Bibliografia:

Bibliografia generale per l’esame (parte 1)

 

- S. Massari – F. Negri Arnoldi, Arte e scienza dell’incisione. Da Maso Finiguerra a Picasso, Carocci, Roma 2000.

- F. Negri Arnoldi – S. Prosperi Valenti, Il disegno nella storia dell’arte italiana, La Nuova Italia Scientifica, Urbino 1986 (in fotocopia)

- Le tecniche d’incisione a rilievo. La xilografia, a cura di G. Mariani. Istituto Nazionale per la Grafica, De Luca, Roma 2001.

- Le tecniche calcografiche d’incisione indiretta. Acquaforte acquatinta lavis ceramolle, a cura di G. Mariani, Istituto Nazionale per la grafica, De Luca, Roma 2005.

- Le tecniche calcografiche d’incisione diretta. Bulino Puntasecca Maniera nera, a cura di G. Mariani, Istituto Nazionale per la Grafica, De Luca Editori, Roma 2003.

- Le tecniche in piano. Litografia Serigrafia, a cura di G. Mariani, Istituto Nazionale per la Grafica, De Luca, Roma 2006.

 

Altra bibliografia su singoli artisti e argomenti, per la seconda e terza parte del corso, verrà indicata durante le lezioni.

 

È richiesta una conoscenza manualistica della storia dell’arte, relativamente ai periodi presi in considerazione.

 

Caratteristiche del corso:

teorico

Obbiettivi dl corso:

La materia propone riflessioni sulla storia dell’arte dal punto di vista del disegno e delle tecniche grafiche che consentono la riproduzione di un’immagine con i diversi procedimenti inventati nel corso del tempo. Verranno così esaminate, attraverso le iconografie e l’analisi di elementi strutturali (quali segno, linea, chiaroscuro, ecc…), opere di pittori, scultori, incisori che hanno considerato il  disegno e l’incisione come autonomi campi di sperimentazione e di ricerca. Il rapporto fra le tecniche grafiche e le altre forme artistiche è indagato ricorrendo anche alla lettura di testi critici di particolare rilevanza e a significativi scritti di artisti.

 

Orario e aula:
Precondizioni di accesso:

Per gli studenti di primo livello iscritti alla Scuola di Grafica, il corso è consigliato al primo o secondo anno. Non ci sono precondizioni di accesso per gli studenti iscritti ad altre scuole.

Tipologia si Esame finale:

L’esame è volto a verificare la conoscenza della materia, nelle sue caratteristiche generali e nella specificità del corso monografico e prevede l’esposizione orale di due argomenti a scelta dello studente fra quelli trattati a lezione, seguendo le indicazioni bibliografiche date.

Lo studio della materia deve essere affrontato sui testi indicati nel corso delle lezioni, in gran parte disponibili presso la biblioteca dell’Accademia e su altro materiale fotocopiato e depositato nel corso del semestre presso la copisteria dell’Accademia.

Le immagini viste a lezione, insieme ad altri testi utili per lo studio, verranno regolarmente inviate agli studenti iscritti al loro personale indirizzo di posta elettronica.

In casi particolari è possibile presentare per l’esame argomenti diversi, purché concordati in precedenza e comunque in sintonia con i principali temi trattati, per allargare le proprie conoscenze con ricerche individuali o finalizzate all’elaborazione della tesi teorica, anche in altre discipline.

Verifiche durante il corso:
Crediti formativi
 
Curriculum professionale:
Curriculum
Note Docente

Modalità dell’esame 

L’esame prevede l’esposizione orale di argomenti, in coerenza con il corso di studio di ciascuno studente ed è volto a verificare la conoscenza della materia, nelle sue caratteristiche generali e nella specificità di singoli temi sviluppati autonomamente, seguendo percorsi di ricerca individuali, suggeriti dalle lezioni e dalla lettura dei libri indicati nella bibliografia o da visite a mostre e musei.

All’esame, lo studente dovrà presentare la bibliografia correttamente scritta con l’elenco dei testi scelti per lo studio e tutto il materiale visivo utile per l’esposizione dell’argomento (fotografie, fotocopie, supporti digitali, libri).

 

La valutazione terrà conto della conoscenza, della scelta degli argomenti, delle capacità espressive e della frequenza alle lezioni.

Gli studenti stranieri sono tenuti a esporre la materia dimostrando una buona conoscenza della lingua italiana.

 

Lo studio della materia deve essere affrontato sui testi indicati nel corso delle lezioni, in gran parte disponibili presso la biblioteca dell’Accademia e su fotocopie depositate nel corso del semestre presso la copisteria. Altro materiale (bibliografia ulteriore, immagini, testi, link a siti web) verrà regolarmente inviato agli studenti iscritti al loro personale indirizzo di posta elettronica o condiviso tramite Dropbox.

In casi particolari, per ampliare le proprie conoscenze con ricerche finalizzate alla stesura della tesi teorica anche in altre discipline, è possibile presentare all’esame argomenti diversi, purché concordati in precedenza e comunque in sintonia con i principali temi trattati durante il corso.

 

 

Allegati pubblici