Storia dell'arte contemporanea / CHERUBINI LAURA

Disciplina:

Storia dell'arte contemporanea

AA:

2019

E-mail:

lauracherubini@ababrera.it

Programma del corso:

Il corso si tiene nel secondo semestre il martedì alle 14, il mercoledì alle 14 il giovedì alle 16. Si compone di quattro parti (tutte oggetto di esame): 1)Corso monografico 2)Visite a mostre 3)Incontri con figure dell’arte contemporanea (artisti, critici, curatori, galleristi, collezionisti…) 4)Presentazioni di libri (tra i quali uno a scelta da portare all’esame)

Per estendere le possibilità degli studenti alcune lezioni vengono anticipate nel primo semestre.

Anticipazioni LIBRI e LEZIONI nel primo semestre

Venerdì 15 novembre, Aula 10 ore 17.00: Presentazione con il prof. Federico Ferrari del libro di Andrea Cortellessa : Giorgio de Chirico e Giulio Paolini : I DUELLANTI "La casa del poeta" e "Un appuntamento mancato": incontri sulla carta.

Mercoledì 20 novembre, Aula 13 ore 14.00: Presentazione con la prof. Rachele Ferrario e Fabio Sargentini del libro di Vittorio Brandi Rubiu : "Scritti tra arte e vita" Ed. Castelvecchi.

Martedì 26 novembre, Aula 10 ore 10.45: Presentazione con la prof. Elena Pontiggia del libro di Germano Celant : "+ spazi. Le gallerie Toselli" Ed. Johan & Levi.

Venerdì 6 dicembre, Aula 13 ore 13.00: Lezione su Gino De Dominicis con la prof. Laura Lombardi

Massimo Melotti : "L'età della finzione - Arte e società tra realtà ed estasi" Ed. Bollati Boringhieri

Massimo Melotti : "Vicende dell'arte in Italia dal dopoguerra agli anni Duemila. Artisti, Gallerie, Mercato, Collezionisti, Musei" Ed. Franco Angeli

Marco Meneguzzo : "Il capitale ignorante. Ovvero come l'ignoranza sta cambiando l'arte" Ed. Johan & Levi

Documentari che saranno presentati con incontri con registi e protagonisti

"Massimo Minini - The Story of a Gallerist", regia di Manuela Teatini. Documentario - Italia, 2019, durata 66 minuti.

"Il venditore di colori" (film su Domenico Mancini, detto Memmo), regia di Daniele Costantini.   Documentario Italia/Svizzera, 2019, durata 62 minuti.

"Ettore Spalletti", regia di Alessandra Galletta. Documentario - Italia, 2019, durata 89 minuti.

MOSTRE da visitare

"Vincenzo Agnetti – Autoritratti Ritratti, Scrivere – Enrico Castellani Piero Manzoni" a cura di Giovanni Iovane. Building Gallery.

Cerith Wyn Evans “....the Illuminating Gas”, a cura di Roberta Tenconi e Vicente Todolí, Pirelli HangarBicocca.

Sabato 11 gennaio 2020 : Visita della mostra con Cerith Wyn Evans in conversazione con Roberta Tenconi. Proiezione-performance di nuovi film di Cerith Wyn Evans e Stephen Farrer.

"Canova | Thorvaldsen. La nascita della scultura moderna", Gallerie d’Italia.

"de Chirico", Palazzo Reale.

"Joseph Kosuth - Existential time", Galleria Lia Rumma.

 

IL PROGRAMMA SARA’ AGGIORNATO NEL CORSO DELL’ANNO.

ALTRI TESTI SARANNO CONSIGLIATI NEL CORSO DELL’ANNO.

SU TUTTE LE PARTI DEL CORSO SARANNO APPRONTATE APPOSITE DISPENSE.

 

Bibliografia:

CORSO MONOGRAFICO

STORIE ITALIANE

 

Testi base

Laura Cherubini, “Controcorrente – I grandi solitari dell’Arte Italiana

(Alighiero Boetti, Gino De Dominicis, Luciano Fabro, Fabio Mauri, Marisa Merz, Vettor Pisani)

Ed. Marinotti (in corso di stampa)

Laura Cherubini e Andrea Viliani, “La pittura è una storia italiana”, Parti I, II e III , Flash Art Maggio, Luglio e Dicembre 2019-Febbraio 2020.

Caratteristiche del corso:
Obbiettivi dl corso:
Orario e aula:
Precondizioni di accesso:
Tipologia si Esame finale:
Verifiche durante il corso:
Crediti formativi
 
Curriculum professionale:

Laura Cherubini, allieva di Giulio Carlo Argan e di Maurizio Fagiolo dell’Arco, diventa nel ‘92 titolare di cattedra di Storia dell’Arte Contemporanea all’Accademia di Brera, Milano. Dal marzo 2011 al dicembre 2017 è Vicepresidente del MADRE, Napoli. Nel marzo 2019 è incaricata come Direttore di aprire il museo MACTE con le opere del Premio Termoli. Come critico d’arte collabora a quotidiani e riviste specializzate, in particolare “Flash Art” (Italia e International). Nel ‘90 cura il Padiglione Italiano alla Biennale di Venezia e vince il Premio Carluccio per la giovane critica. Nel ’93 cura la mostra Macchine della pace sempre alla Biennale di Venezia. Dal 2005 al 2007 responsabile del programma per l’arte contemporanea all’ING-Calcografia Nazionale, Roma. Ha fatto parte delle giurie dell’Italian Bureau del PS1-MoMA, del Premio Nazionale per la Giovane Arte (acquisizione del primo gruppo di opere per il MAXXI), del Premio Furla, del Premio New York, del Premio del Museo di Lugano, del Premio ACEA. Ha fatto parte della commissione del Premio Maretti a L’Avana, Cuba, per 2 edizioni (e curato le relative mostre). Attualmente fa parte della commissione del Premio Rotary-Brera al MIART. Ha insegnato nelle Università La Sapienza e LUISS. Membro degli Archivi Mario Schifano, Franco Angeli, Fabio Mauri, Vettor Pisani e Alighiero Boetti. Direttore artistico dell’Archivio Elisabetta Catalano. Direttore della collana “Le chiavi dell’arte” edita da Marinotti. Autrice di numerosi saggi e interviste in cataloghi, volumi e riviste: Scarpitta, Rotella, Ceroli, Angeli, Schifano, Paolini, Alviani, Griffa, Salvo, Pistoletto, Piacentino, Kounellis, Twombly, Lupertz, Tremlett, Leccia, Beecroft, Airò, Rehberger, Cuoghi, Esposito, Favaretto, Masbedo, Adéagbo, Fernandez, Namazi, Miller, Brown, Jonas, Muntadas, Brus, Halilaj… Ha pubblicato monografie su Gino De Dominicis, Ettore Spalletti, Grazia Toderi, Massimo Bartolini, Paola Pivi, Fabio Mauri, Vettor Pisani, Alighiero Boetti. Per l’Accademia di Brera ha curato il convegno su Luciano Fabro (2010) e il ciclo Paesaggio Italiano (2013, 2014, 2016) oltre a numerose conferenze. Ha curato moltissime mostre tra le quali Pasolini e noi, Archivio di Stato, Torino; ING-Calcografia, Roma 2005-2006; Gino De Dominicis a Villa Arson, Nizza; Fondazione Merz, Torino e PS1-MoMA e MoMA, New York (2007-2008); il ciclo Dialoghi con la città per il MAXXI di Roma con progetti di Massimo Bartolini, Alberto Garutti e Tobias Rehberger (2008-2009); Trasparenze, MACRO, Roma e MADRE, Napoli (2010); Gino Marotta, GNAM, Roma (2012); Carla Accardi, Fondazione Menegaz di Castelbasso poi itinerante: Centro d’Arte Contemporanea, Torun; Museo Vasarely, Budapest; Museo Alex Milona, Salonicco e Atene, 2012-2014; Storie italiane, Artefiera, Bologna (2013); A Roma. Opere dalla collezione Farnesina, Museo d’Arte Contemporanea Carrillo Gil, Città del Messico (2013); Mimmo Paladino, Fondazione Menegaz, Castelbasso (2013); Paesaggio antropologico, Blu Corner, Carrara 2014; White Box, New York 2015; Vettor Pisani, MADRE, Napoli 2014; Fabio Mauri, MADRE, Napoli 2016; Elisabetta Catalano, MAMM, Mosca 2017 (della fotografa nel 2005 aveva curato una grande antologica alla GAM di Torino con catalogo retrospettivo); Alighiero Boetti, Museo di Palazzo Mazzetti, Asti 2018; Fabio Mauri 1968-1978, Fondazione Menegaz, Castelbasso 2018; Mauri/Muntadas, Galleria Michela Rizzo, Venezia 2019. Nel 2017 ha ricevuto il Premio Arte Sostantivo Femminile. 

Curriculum
Note Docente
Allegati pubblici