Estetica delle arti visive / CIPPITELLI LUCREZIA

Disciplina:

Estetica delle arti visive

AA:

2019

E-mail:

lucreziacippitelli@ababrera.it

Programma del corso:

Genealogie del presente, fare il futuro - Parte Seconda
Ecologie, Tecnologie, Coesistenze

Il percorso si focalizza sulle emergenze ecologiche e tecnologiche del presente e visioni eccentriche per il futuro, in stretta relazione con le produzioni visuali che le interrogano. Parole chiave: Ecologie; Capitalocene e Antropocene; Commons; culture delle Reti; tecnologie e infrastrutture di convivenza e partecipazione.

Genealogie del presente, fare il futuro segue il percorso critico e quello della produzione delle arti non secondo una relazione di continuità causale (le urgenze del presente -> le interpretazioni del pensiero critico -> le formalizzazioni delle arti), ma piuttosto come un duplice aspetto dell’essere parte del mondo che produce senso tout court: un senso che circoscrive con le parole o formalizza con i linguaggi del contemporaneo. Come molti degli autori interrogati sottolineano, la conversazione tra scienza, studi umani e le arti si configura come un passaggio obbligato per meglio comprendere la realtà quotidiana, condividerne uno sguardo, attivare la propria presenza nel mondo.

L'esame finale si svolgerà in modalità orale (Si veda Note del Docente più giù per dettagli).

Bibliografia:

Rosi Braidotti, Il Postumano, Roma, Derive e Approdi 2014
James Clifford, Returns: Becoming Indigenous in the Twenty First Century, Harvard University Press 2013
Marina Garcés, Honesty with the real, 2012
Donna Haraway, Chthulucene. Sopravvivere in un Mondo Infetto, Roma, NOT 2019
Elizabeth A. Povinelli, Geontologies. A Requiem to Late Liberalism, Duke University Press 2016
Bruno LaTour, Face à Gaïa. Huit conférences sur le nouveau régime climatiqu, La Découverte 2015
Isabelle Stengers, Stregoneria capitalista: pratiche di uscita dal sortilegio, Milano, Ipoc, 2016
Anna Tsing, The Mushroom at the end of the world, Princeton University Press 2015

Caratteristiche del corso:
Obbiettivi dl corso:
Orario e aula:
Precondizioni di accesso:
Tipologia si Esame finale:
Verifiche durante il corso:
Crediti formativi
 
Curriculum professionale:

Art historian, scholar and curator with extensive experience in research, teaching, exhibitions and collaborative cultural projects developed with various international partners, including academic and contemporary art institutions, research platforms, biennales, museums and cultural centres, especially in the Global South.

From 2013-14 to 2016 she was head of the MA in Fine Arts at Alle School of Arts and Design – Addis Ababa University, which she set up, as the first postgraduate program in arts of the country.

Main research and curatorial activities, undertaken in Europe, United States, Africa and Latin America, focus on contemporary art and art criticism beyond the West (particularly Africa and Latin America); postcolonial and decolonial theories; comparative modernities; digital cultures and their development as platforms for artists and humanities.

Awarded with a doctorate in 2008 from Sapienza University (Rome, Italy), after spending a year as visiting scholar at  the Africana Studies and Research Center in the Cornell University (Ithaca, USA) and another year at the Istituto Superior de Arte and Bienal de La Habana (Havana, Cuba).

Note Docente

Preparazione dell’esame
L’esame sarà orale e si svolgerà intorno alla discussione degli argomenti discussi a lezione e del testo (5/8 pagine), che ogni studente è tenuto a preparare e consegnare via email una settimana prima della data d’esame.

Il testo critico dovrà essere concordato con la docente (entro Maggio 2020) e dovrà dialogare con le tematiche del corso. Verranno indicate, a margine della bibliografia del corso ed in relazione con l’argomento proposto, delle letture specifiche per ogni studente, durante revisioni ad hoc da concordare e calendarizzare. Nella modalità e-learning, le revisioni avverranno tramite piattaforme come skype, google hangouts, microsoft team o strumenti da concordare.

Il testo critico dovrà avere un carattere metodologico/teorico/curatoriale per gli studenti di Visual Cultures ed artistico/produttivo per gli studenti di Didattica Multimediale ed Arti Visive, concentrandosi su un argomento a scelta dello studente alla luce come detto dell'argomento del corso.
Con ciò si intende che gli studenti di teoria sono tenuti a proporre un argomento specifico intorno a cui far ruotare la propria ricerca, in termini anche di testo teorico che potrebbe sostenere una potenziale proposta curatoriale. Per gli studenti di Didattica Multimediale ed Arti Visive, il testo critico dovrà avere _ugualmente_ un carattere teorico/speculativo, ma può essere una proposta a sostegno di una progettualità artistico/produttiva.


Gli studenti che non potranno frequentare sono tenuti a farlo presente immediatamente al docente e concordare un programma ad hoc, entro Maggio 2020.

Allegati pubblici