Tecnologia della carta / LABBE MARGHERITA

Disciplina:

Tecnologia della carta

AA:

2019

E-mail:

margheritalabbe@ababrera.it

Programma del corso:
  • Tecnologia della carta - ABPR30 - 6 crediti

    prof.ssa Margherita Labbe, aula 27

     

    I semestre – da lunedì a mercoledì, ore 8-14

     

    Iscritti ammessi

    - max 80 iscritti (la segreteria bloccherà le richieste in eccedenza)

    - esclusivamente iscritti di I livello (tutti gli indirizzi)

    prerequisiti: capacità di comunicare in lingua italiana


     

    Programma 2019-2020 Il corso, propone un itinerario tecnologico e creativo sulla carta intesa come foglio, sia in veste di supporto, sia come materiale che assume una propria autonomia linguistica, in relazione al processo che la origina e alle molteplici applicazioni in ambito artistico e progettuale. A una sintetica comunicazione sulle proprietà tecnologiche, sui processi produttivi, sulla conservazione, e sull'impiego dei materiali cartacei nell'arte contemporanea, fa riscontro la sperimentazione di procedimenti artigianali di: preparazione impasti, formazione, collatura, finitura e filigrana, riciclo e riuso di materiali e oggetti cartacei. Le attività di laboratorio prevedono esperienze comuni e percorsi differenziati, concordati individualmente in base alle proposte degli iscritti e all’indirizzo di studio.

     

    Obiettivi formativi specifici:

    1. conoscenza dei materiali che compongono l’impasto cartario

    2. informazione e capacità di discernimento tra carte diverse, secondo la destinazione d'uso

    3. informazione sulle problematiche ambientali legate alla produzione di carta

    4. informazione sulle molteplici declinazioni della carta nell'arte contemporanea

    5. impiego espressivo originale dei procedimenti artigianali di formazione del foglio

    6. rielaborazione creativa di materiali e oggetti cartacei come operazione di riciclo

       

      Lezioni teoriche e comunicazioni esclusivamente il lunedì alle 9.30 (1 ora circa)

      Nell'anno in corso il laboratorio sarà dedicato a

      tecnologie di riciclo per la produzione artigianale di impasti;

      tecnologie sostenibili a basso impatto ambientale per la sfibratura di materie prime vegetali;

      riuso creativo di carta e/o cartone “salvato” dalla raccolta differenziata

      progettazione di attività didattiche sulla carta per bambini e ragazzi

    si prevede la visita di una cartiera

     

    ATTREZZATURE

    • Ciascun iscritto deve costruire il proprio telaio con filigrana (logo personale o composizione originale);

    • l'uso di guanti di gomma robusti è obbligatorio (senza non è possibile formare fogli, toccare carta di riciclo, coloranti e sostanze ausiliarie)

     

    DATE DA RICORDARE

    Presentazione del corso 7-8-9 ottobre 2019

    Orientamento 7-8-9 ottobre e 14-15-16 ottobre 2019: Ciascun iscritto è invitato a mostrare propri lavori realizzati con qualsiasi materiale e tecnica, allo scopo di concordare con la docente un percorso personalizzato di produzione con la carta.

    Revisioni Sono previste 2 revisioni intermedie. Non sarà ammesso all'esame chi non si presenta alle revisioni. Non saranno valutati lavori presentati direttamente all'esame senza alcuna revisione.

    Date revisioni: 2-3-4 dicembre 2019 – 27-28-29 gennaio 2020

     

    Esame L'esame prevede:

    • verifica preventiva della frequenza: al di sotto di 20 presenze non si può essere ammessi all'esame

    • verifica orale della conoscenza di elementari nozioni storiche-tecnologiche-ambientali sulla carta

    • documentazione sperimentale della macerazione naturale e sfibratura di vegetali o stracci di cotone, lino o canapa (o altre fibre vegetali), con un campione di foglio realizzato da tale sfibratura

    • presentazione di due lavori:

    • 1) un lavoro degno di esposizione, concordato con la docente realizzato con una tecnica a scelta tra quelle presentate durante il corso: filigrana, collage a fresco, cutting, costruzione, composizione con impasti colorati, rilievo ecc.;

    • 2) un progetto originale di unità didattica o laboratorio per bambini e ragazzi sulle tecniche della carta e dell'autoproduzione e illustrazione di libri artigianali con le tecniche apprese in aula.

     

     

    Non saranno valutati lavori presentati direttamente all'esame senza alcuna revisione.

     

    Bibliografia

    dispensa fornita dalla docente, con riferimento al testo La carta. Avventura quotidiana, di Pierre-Marc De Biasi, Electa Gallimard.

    Altri documenti possono essere segnalati durante il corso

    Per ulteriori indicazioni bibliografiche e approfondimenti consultare il documento biblio & link in "file pubblicati".

    NOTE: eventuali falsi sulla firma di presenza comporteranno l'immediata esclusione dal corso e segnalazione alla direzione

     


     

Bibliografia:

 

Bibliografia

dispensa fornita dalla docente, con riferimento al testo La carta. Avventura quotidiana, di Pierre-Marc De Biasi, Electa Gallimard.

Altri documenti possono essere segnalati durante il corso

Per ulteriori indicazioni bibliografiche e approfondimenti consultare il documento biblio & link in "file pubblicati".

 

 

 

Caratteristiche del corso:
Obbiettivi dl corso:

Obiettivi formativi specifici:

  1. conoscenza dei materiali che compongono l’impasto cartario

  2. informazione e capacità di discernimento tra carte diverse, secondo la destinazione d'uso

  3. Informazione sulle problematiche ambientali legate alla produzione di carta

  4. informazione sulle molteplici declinazioni della carta nell'arte contemporanea

  5. impiego espressivo originale dei procedimenti artigianali di formazione del foglio

  6. rielaborazione creativa di materiali e oggetti cartacei come operazione di riciclo

     

     

Orario e aula:
Precondizioni di accesso:
Tipologia si Esame finale:
Verifiche durante il corso:
Crediti formativi
 
Curriculum professionale:

 


Margherita Labbe

Nata a Torino nel 1965, vive a Piacenza. Diplomata in Decorazione all'Accademia di Belle Arti di Bari, è docente di seconda fascia di Plastica ornamentale dal 1995 presso l'Accademia di Brera, dove insegna dal 2005 Tecnologia della carta.

Nella sua ricerca artistica accosta la formazione artigianale del foglio alla fotografia amatoriale: materiali cartacei di recupero o costruiti sono fatti oggetto d'indagine visiva, in un processo circolare fra l'oggetto e la sua immagine. Dal 2009 coordina con Paolo Di Vita, Chiara Giorgetti, Anna Mariani e il poeta Italo Testa presso l'Accademia di Brera i laboratori da>verso. letture e interazioni fra poesia e arti visive e transizioni arte_poesia (www.daverso.wordpress.com), nell'ambito dei quali sono state realizzate le edizioni Coincidenze2x2 e non_identità. L'incontro con la poesia sollecita il confronto con la parola scritta, dando origine a esperimenti di inclusione del testo in varie modalità. In questi lavori si precisa la relazione tra lettura e visione, proponendo la costruzione del messaggio visivo come percorso di lettura.

Alcune mostre recenti: Orizzonti e altre virtù, a cura di Filippo Lezoli, LDA, Piacenza, 2007; Cavalli in Piazza, a cura di Roberto Borghi, LDA, Piacenza, 2008; Whisper not, Beat-onto jazz festival, Bitonto (BA), 2008; L'universo dentro, Osservatorio astronomico di Brera, Milano, 2009; Materiali per visioni, a cura di Elisabetta Longari, LDA, Piacenza, 2009; Fotobook, fotografia democratica, spazio Sotto/esposizione, Biffi Arte contemporanea, Piacenza, 2010; Genealogia della scultura, a cura di Cristina Muccioli, gall. Blanchaert, Milano, 2010; I camminatori, sequenza video, con Italo Testa e Roberto Dassoni, Berceto (PR), 2011; transizioni arte-poesia, Accademia di Brera, 2011; Maestri di Brera per l'Unità d'Italia 1861-2011, Commissione europea, Berlaymont, 2011-12; Show your print, KunStart, Bolzano, 2012; Incisioni dei docenti di Brera, Museo della Estampa, Universidad de Playa Ancha, Fondo de Las Artes, Valparaiso, Chile, 2012; URBAN rEVOLUTION, Studio 10, Vercelli, 2012; End in nation, En Plein Air, Pinerolo (TO) e Galerie Im Stift, Bad Hersfeld, a cura di Lorella Giudici, 2012; La speranza è un essere piumato…, Chiesa di S. Bernardino, Vercelli, 2012; End in nation, Archivio di Stato di Novara, 2013; End in nation_last minute, Officine Creative Ansaldo, Milano, 2013; Nuvole Eterotopiche, gall. Studio10, Vercelli, 2013; I edizione da>verso_coincidenze, Accademia di Brera, Paper&People, Fondazione Mudima, 2013, La Natura rigenerata, Museo di Storia naturale, Piacenza, 2013; da>verso_coincidenze, edizioni 2012-2013, Biblioteca Nazionale Braidense, Milano, 2013; Anche il bianco è un colore, Internilab Gallery, Ivrea, 2014; End in nation. InSide, Palazzo Medici-Riccardi, Firenze, 2014; End in Nation, Museo Civico del Marmo, Carrara, 2014; Transizioni arte_poesia. Contaminazioni reciproche, Casa delle Culture del mondo, Milano, 2014; Dialoghi spuri in quattro atti, atto II, a cura di Chiara Giorgetti, Sartoria Teatrale Fiorentina, Firenze, 2015; Error-Errare, VII International Artist's book triennial – Vilnius, gall. Studio 10, Vercelli , 2015; Piccolo testamento. La carta, l'immagine, le parole, libreria BookBank, Piacenza, 2016 – personale; Contrafforte. Un'idea di supporto, Paper&People, Milano, 2016 – personale; Spoleto Fiberart.II. Contaminazioni, galleria Officina d’Arte&Tessuti, Spoleto, 2017; BAU Contenitore di cultura contemporanea, edizione 2017 e 2018.

Nel 2018 ha presentato con una nota critica la mostra di Marosia Castaldi Città: questo vasto imprendibile libro di pietra, presso la galleria Quintocortile di Milano.

Da alcuni anni promuove e organizza esposizioni di giovani artisti dell'Accademia di Brera, tra cui: In/on paper. In carta, sulla carta, presso il Laboratorio delle Arti di Piacenza nel 2011; Silvester. Carte agresti, Torre Fornello, Ziano Piacentino, 2014, dove ha curato fino al 2019 il progetto Laboratorio Torre Fornello, nell'ambito del quale intervengono docenti e studenti dell'Accademia di Brera; dal 2016 il programma di mostre In/on paper art show presso lo showroom Paper&People.

 

Curriculum
Note Docente

Si raccomanda per motivi di igiene e sicurezza di portare sempre guanti di gomma resistenti (il tipo da cucina va bene)

Non è pratica ammissibile firmare il foglio di presenza per altre persone assenti! è illegale ed è una grave offesa soprattutto alla dignità personale! Eventuali falsi sulla firma di presenza comporteranno l'immediata esclusione dal corso e segnalazione alla direzione

IMPORTANTE_Si raccomanda di ritirare dall'essiccatoio solo i fogli che sono stati prodotti personalmente e lasciare pulito il posto in cui si è lavorato: asciugare il tavolo, stendere i feltri, gettare i rifiuti nel bidone. L'ansia di raggiungere altre lezioni non giustifica comportamenti incivili!

 

 

Allegati pubblici