Scultura / ALBERTINI STEFANIA

Disciplina:

Scultura

AA:

2019

E-mail:

stefaniaalbertini@ababrera.it

Programma del corso:
Parte generale
Il corso privilegia l’idea di una specificità della scultura intesa come arte che più delle altre manifesta una sua materialità e spazialità ma anche una flessibilità operativa fuori dai contesti tradizionali della disciplina.
Dalla comprensione dei procedimenti tecnici si arriverà a quella del linguaggio dei materiali e delle loro proprietà sensoriali come momento di precisazione dell’espressività dell’artista e come possibilità di liberare la scultura dal suo peso materiale verso la leggerezza della creatività e del libero pensiero.
 
Programma specifico
Il corso è articolato in tre momenti fra loro complementari: teoria, laboratorio, revisioni.
Attraverso una serie di lezioni teoriche con proiezioni di immagini e video verranno evidenziati i percorsi metodologici e progettuali di alcuni artisti e analizzate tecnologie e tipologie di alcuni materiali, da quelli tradizionali ai nuovi materiali plastici.
Durante l’anno verranno organizzati alcuni “Quick Lab”: i laboratori -attraverso materiali e temi sempre diversi proposti dal docente in modo estemporaneo- indirizzeranno l’allievo verso la realizzazione di laborati spontanei per spazi flessibili ed elastici e tesi a privilegiare l’intuizione artistica immediata.
Tale idea si contrappone al lento processo progettuale.
Bibliografia:
• CECILIA CECCHINI, Plastiche: I materiali del possibile, Alinea editrice, Firenze , 2004. 
• MIKE ASHBY, KARA JOHNSON, Materiali e Design, Casa Editrice Ambrosiana, Milano, 2005. 
• ANDY GOLDSWORTHY, Rivers and Tides, absolute Medien , dvd.
Caratteristiche del corso:
Obbiettivi dl corso:
Orario e aula:
Precondizioni di accesso:
Tipologia si Esame finale:
Verifiche durante il corso:
Crediti formativi
 
Curriculum professionale:
Curriculum
Note Docente
Allegati pubblici