Progettazione per la Pittura / GALLI MARIA CRISTINA

Disciplina:

Progettazione per la Pittura

AA:

2019

E-mail:

cristinagalli@ababrera.it

Programma del corso:

Le dinamiche di interazione tra soggetto e oggetto della rappresentazione, e tra elementi attivi nel processo di acquisizione di una consapevolezza espressiva, sanciscono il valore proprio dell’immagine quale forma di conoscenza e come veicolo privilegiato per la trasmissione e lo scambio dei saperi.

Nella ricerca artistica, l’esercizio del fare è scandito in modo progressivo ma non lineare, poiché le regole del linguaggio non sono predeterminate, ma stratificate su più livelli, interscambiabili e dotate di reciprocità; l’immagine incarna la proiezione del pensiero così come è stato concepito. Il segno dice l’idea che lo genera. Il pensiero tiene conto della funzione di ciò che disegna, e in questo assume la duplice dimensione di agente e di significante nella sua  stessa “messa in forma”.

Questo sistema di segni, quello che, citando Foucault, si può definire “una specie di tassonomia generale e sistematica delle cose”, si fa lingua in un territorio del limite, ove accade l’essere presente o assente della cosa stessa di fronte al linguaggio; si fa struttura formale, modalità di lettura e interpretazione del visibile in un luogo dove è possibile misurarne i confini.

Nella questione del “dire” per immagini l’aspetto progettuale assume il ruolo di collettore delle idee, e nei suoi sviluppi, costituisce il valore peculiare dell’opera stessa, ordinata e fruibile secondo un particolare canone di lettura imposto dalla sua stessa struttura, in cui il pensiero concettuale e quello per immagini si intrecciano e si confrontano, scambiandosi i ruoli e appartenendosi reciprocamente. Negli interstizi aperti tra i limiti del linguaggio e delle differenze, prendono corpo le forme più radicali e sensibili del pensiero.

Si tratta di riuscire a dare voce alla materia estesa della condizione dell’essere, e in particolare, dell’essere-con, dell’essere attraverso; di permettere al gesto di stare dentro la complessità dell’esistente, nella sua realtà non compatta, ma permeabile.

Lo sviluppo dell’indagine  artistica avviene per ordini tematici, stabilendo in maniera inequivocabile interessi, riflessioni, postulati e ipotesi, formulati e affrontati nella lingua d’elezione dell’artista; una sorta di scritto-grafia in cui il valore e il peso del segno è commisurato ed equivalente a quello della parola, e reciprocamente i due aspetti analitici sono inscindibili. Si tratta di una forma espansa e aperta di progetto, che indaga metodologicamente nel suo sviluppo tutti i possibili aspetti del tema di ricerca, che viene attraversato seguendo un impianto riconducibile allo sviluppo rizomatico introdotto da Deleuze e Guattari in Millepiani.

Nel corso delle lezioni si indagherà il sistema delle relazioni in quanto condizione strutturale che determina l’attesa dell’immagine. La scrittura del pensiero, sia in senso pittorico, sia in senso plastico,  asseconda le proprietà che esso assume nello specifico della sua espressione, e, ancora prima, nel momento della sua elaborazione. Si tratta quindi di individuare lo spazio dinamico di questo pensiero, oggettivarlo e soprattutto decifrare quale codice grammaticale possa definirsi in esso, e come.

Il linguaggio, qui, fa tutt’uno con il senso; la forma è parte del contenuto dell’opera e l’opera non è semplicemente espressione, ma creazione e ricerca vera e propria, in cui materia e forma, mezzi e fini, fanno parte di un unico processo.

 

Le lezioni si svolgeranno in forma teorico-laboratoriale.

Bibliografia:

Deleuze, Gilles

2010,  Che cos’è un dispositivo?, Cronopio ed. Napoli

Farinelli, Franco

2003 Geografia-Un’introduzione ai modelli del mondo, Einaudi ed. Torino

Heiddeger, Martin

2000 L’origine dell’opera d’arte, Christian Marinotti ed. Milano

Leonardo da Vinci

2006 Codice C, Abscondita ed. Milano

Nancy, Jean-Luc

2009 Il peso di un pensiero, l’approssimarsi, Mimesis ed. Milano

Seung, Sebastian

2013 Connettoma, Codice ed. Torino

Simic, Charles

2005 Il cacciatore d’immagini, Adelphi ed. Milano

Valéry, Paul

1979 Cahiers, Gallimard ed. Paris

 

Ulteriori suggerimenti bibliografici potranno essere forniti allo studente nel corso delle lezioni per lo sviluppo dei progetti individuali.

Caratteristiche del corso:
Obbiettivi dl corso:
Orario e aula:
Precondizioni di accesso:
Tipologia si Esame finale:
Verifiche durante il corso:
Crediti formativi
 
Curriculum professionale:

Nata a Milano, dove vive e lavora.

Diplomata in Pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia.

Ha conseguito Master e Dottorato di Ricerca presso la Facultad de Bellas Artes di Granada, Spagna.

Insegna a Brera dal 1992 in qualità di titolare di Prima fascia della Cattedra di Anatomia Artistica.

È stata titolare a Brera del corso di Elementi di morfologia e dinamiche della forma per il Biennio di Arti Visive.

È titolare a Brera del corso di Progettazione per la Pittura per il Biennio di Arti Visive.

È stata membro dell’Associazione Incisori Veneti.

Ha ricoperto l’incarico di Coordinatore dell’Istituto di Anatomia Artistica presso l’Accademia di Belle Arti di Brera.

Ricopre per il 2° mandato l’incarico di Coordinatore del Triennio della Scuola di Pittura a Brera.

È attualmente membro del Consiglio Accademico di Brera, di cui ha già fatto parte nel triennio accademico 2001/2004.

È Consigliere del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Lombardi e Croci.

È iscritta all’Albo degli Esperti ANVUR per il settore AFAM.

Ha tenuto lezioni e seminari in diverse Facoltà europee, in Spagna (Granada), Francia (Parigi, Marsiglia), Portogallo (Porto e Lisbona).

È stata docente di Anatomia del corso di Illustrazione e Animazione e del corso di Disegno e Tecniche Illustrative, presso la Scuola di Visual Communication dell'Istituto Europeo del Design di Milano.

Coordinatrice di un Progetto di Ricerca internazionale sulla Didattica del Disegno-Investigaciòn en las Artes: Dibujo y Didactica in collaborazione con le Facoltà di Granada, Madrid, Siviglia e Barcellona (2006/2008) di cui è stata relatrice presso la Facultad de Bellas Artes de Granada e presso l’Accademia di Belle Arti di Brera, Milano.

Relatore nel Convegno Internazionale“Concetti normativi e proporzionali della figura umana nell’arte e nella cultura visiva in Italia dal 1919 al 1939” presso  il Kunsthistorisches Institut di Firenze, 2010, curato da Eckard Leuschner.

Dal 2004 al 2010 è stata Coordinatrice dei Corsi Biennali Abilitanti di Secondo Livello ad Indirizzo Didattico COBASLID presso l’Accademia di Belle Arti di Brera.

Titolare della Cattedra del corso di Metodi, Strumenti e Tecniche didattico-espressive e della Cattedra del corso di Linguaggi pittorici e contesti ambientali all’interno dello stesso Biennio.

È stata titolare a Brera della Cattedra del corso di Pittura (con I. Gadaleta e S. Pizzi) per i corsi TFA (TIROCINI FORMATIVI ABILITANTI per l’insegnamento).

È stata titolare a Brera della Cattedra del corso di Tecniche e tecnologie delle arti visive (con I. Gadaleta e A. Falmi) per i corsi PAS (PERCORSI ABILITANTI SPECIALI per l’insegnamento).

È titolare attualmente del Modulo di Docenza: Corpo e spazio-Metodologie del disegno: Teoria e Progetto all’interno del Programa de Master Universitario en Dibujo: Creación, producción y difusión, corso di Téoria y Projecto del Dibujo presso la Facultad de Bellas Artes de Granada.

 

Coordinatrice dei recenti progetti:

-PUBLIC ART PROJECT-LA FABBRICA DEL VAPORE, Milano 2014.

-URBAN ART RENAISSANCE: Brera in città-LA FABBRICA DEL VAPORE, Milano 2015.

-PREMIO ACQUA DELL’ELBA-I-II° EDIZIONE, Portoferraio 2016/2017.

-ACCADEMIA APERTA-2°Edizione, sezione Pittura, Milano 2016.

-BIENNALE SESSIONS, Biennale di Venezia, 2016-2017.

-THE FINE ART COLLECTIVE RESIDENCY, Griffin Gallery, Londra 2017- Seconda edizione Londra 2018.

-BOOK CITY UNIVERSITA’ (responsabile incaricato per Brera), Milano, edizione 2017- edizione 2018.

-EX-CHANGES: Territori del possibile, PREMIO UNIONE CONFCOMMERCIO, Palazzo Bovara, Milano 2018.

-PROGETTO CONVENZIONE FONDAZIONE IRCCS CA’ GRANDA, Milano 2018.

-FORUM INTERNAZIONALE DELLA CULTURA DI SAN PIETROBURGO, San Pietroburgo 2018.

 

Ha pubblicato saggi e articoli per riviste di arte e filosofia del linguaggio.

Costante è la sua presenza nelle mostre e nelle rassegne italiane e straniere.

Curriculum
Note Docente
Allegati pubblici